Asse 3: Appoggio alle azioni civiche

L’obiettivo è quello di coinvolgere in modo più attivo i cittadini nelle azioni di prevenzione dei rischi e di regolazione del territorio. Si tratta di lavorare con diverse organizzazioni sociali e civiche che rappresentano i cittadini (associazioni locali, associazioni di vicini, di residenti, di protezione del medioambiente, ecc.).

Quest’asse è composto da varie fasi: l’identificazione dei gruppi di cittadini a livello di piccole di identità geografiche che si impegnano volontariamente a mitigare i rischi nel proprio territorio, e il supporto per rinforzare e diffondere queste norme. La costituzione di una rete di scambio tra queste zone in materia di sensibilizzazione, organizzazione delle attività ludiche di sensibilizzazione dei cittadini.

Asse 4: Campus internazionali

I campus sono laboratori di ambito internazionale, con carattere multidisciplinare e di lunga durata, attraverso cui i partecipanti mettono a confronto le proprie esperienze e riflessioni su una problematica di base relativa alla prevenzione dei rischi naturali. Queste riunioni costituiscono un’opportunità di scambio, di valutazione delle procedure e di trasferimento del know-how tra i protagonisti euromediterranei per la prevenzione dei rischi naturali.

Si organizzeranno due campus in due delle regioni che partecipano al progetto. I campus saranno aperti a universitari ed esperti nel campo dei rischi, e sarà diretto a consiglieri eletti, a rappresentanti di amministrazioni o enti locali, studenti, ecc.

La messa in opera di tali campus sarà organizzata in due fasi: la definizione della metodologia operativa dei campus e la realizzazione dei due campus.